Skip to content
Sice costruzioni » Impianti videosorveglianza » Impianto allarme perimetrale

Impianto allarme perimetrale

Impianto allarme perimetraleTra i vari tipi di impianti a nostra disposizione abbiamo l’impianto allarme perimetrale, che installato all’esterno ha il compito di impedire l’accesso ad estranei nella zona protetta sia essa una casa o un’azienda. La videosorveglianza casa serve in caso di intrusione. In questi casi si attiveranno infatti specifici sensori che segnaleranno la situazione di pericolo non solo ai proprietari ma anche all’esterno (polizia, istituti di sicurezza e vigilanza). Si tratta, inoltre, di un sistema che assicura sicurezza  e tranquillità agli abitanti della casa, dal momento che scatta quando l’intruso non è ancora entrato nell'ambiente protetto. Esiste anche un tipo di videosorveglianza condominio, quindi per riprendere e controllare zona più grandi. Tante sono le tipologie di impianto allarme perimetrale che possono essere installate:

  • Impanto perimetrale a barriera a microonde: ideale per zone piovose, ricche di nebbie e dove la visibilità è scarsa. E’ costituito da colonne di rilevamento a microonde che si attivano quando l’estraneo passa nell’area protetta dall’impianto di allarme perimetrale;
  • Antifurto autoportante con sensori a infrarossi: si basa sulla posa di barriere a infrarossi lungo tutta la zona perimetrale in cui deve essere vietato il passaggio agli estranei;
  • Allarme perimetrale a sensori interrati: ideale per chi, per ragioni estetiche o strutturali, non vuole far vedere l’impianto allarme perimetrale. In questo caso, infatti, i sensori sono interrati e quindi non individuabili e il sistema segnala il passaggio sia di persone sia di piccoli animali
  • Recinzioni: si tratta di un sistema di antifurto perimetrale con sensori a cavo microfonico posizionati sulla recinzione. Chiunque tocchi la rete metallica attiverà un sensore tramite segnale sonoro e l’informazioni sarà analizzata dai cavi microfonici. L’allarme si attiva in particolare se si tenta di tranciare la recinzione.

L’impianto di allarme perimetrale però non è solo ed esclusivamente esterno: ci sono casi, infatti, in cui la persona preferisce spostare i sensori all’interno della casa o dell’azienda e per questo siamo specializzati anche nella realizzazione di antifurti interni. Vediamo di cosa si tratta.

Impianto allarme perimetrale per interni

Chi vive in appartamento dovrà sicuramente installare l’allarme per interni, magari posizionando i sensori sui principali punti di accesso quali porte, portoni blindati e finestre. Si verrà così a creare una barriera virtuale che può essere spezzata solo dall’apertura della porta e della finestra, facendo scattare il sistema d’allarme. Il principale risultato è la creazione di un perimetro protettivo nell’appartamento nel quale il proprietario e la famiglia può continuare a muoversi liberamente. E’ inoltre possibile proteggere solo determinate aree della casa e i sistemi di allarme per interni si distinguono in due categorie. Nel primo caso avremo i  sensori a raggi infrarossi passivi a tenda che crea una barriera ideale per porte e finestre, rilevando ogni movimento che avviene in un’unica direzione. Abbiamo poi il sensore elettrico a filo per tapparelle, che protegge dai tentativi di sollevamento o sfondamento essendo sensibile al semplice movimento. Lo spostamento fa scattare, infatti, un interruttore con scheda che elabora gli impulsi. La sensibilità della scheda permette di impostare la forza del movimento necessario a far scattare l’allarme. Nel nostro catalogo troverai quindi diverse soluzioni per la protezione della casa e dell’azienda e una vasta gamma di allarmi perimetrali per esterni e interni adatti a ogni esigenza.

Vantaggi dell’allarme perimetrale e la sua integrazione negli impianti

Un buon impianto allarme perimetrale possiede caratteristiche uniche, tra cui la possibilità di funzionare sia con la persona in casa sia con la persona fuori casa, anche per 24 ore al giorno. Inoltre fa uso di una tecnologia a infrarossi che lo rendono invisibile agli occhi del potenziale intruso ed è disponibile in modalità wireless, senza richiede cablaggio ma connettendosi a una centralina in doppia frequenza: il tutto senza elementi visibili dall’esterno. Infine non ha limiti dimensionali di utilizzo e questo lo rende adatto sia ai grandi spazi sia alle aree di piccole dimensioni, come giardini e balconi ma anche la piscina.

Manomissione e blackout

Molti temono che la centralina possa essere manomessa ma anche se il ladro dovesse trovare i sensori e danneggiarli il sistema perimetrale continuerebbe il suo funzionamento grazie a un sistema di protezione interno. Qualora vi fosse, invece, un blackout, sappiate che questi sistemi dispongono tutti di una seconda batteria, perfettamente funzionante anche se fossero manomessi i cavi della corrente elettrica. Infine il sistema descritto può essere attivato anche solo parzialmente, riconoscendo ad esempio la presenza di un animali domestico nella casa. Ecco perché nella scelta del miglior modo per proteggere la casa o l’azienda consigliamo l’allarme perimetrale.