Skip to content

Il contesto e aspetti pratici degli impianti elettrici

impianti elettrici 2SICE associa alla realizzazione di impianti la progettazione e l'implementazione di impianti elettrici per il settore residenziale e per le attività commerciali, realizzando anche impianti di illuminazione, corpi illuminanti per giardini e quadri elettrici.
Soprattutto nella fase di progettazione viene considerata la tipologia di utenza fornita dalla compagnia elettrica all'immobile e il contatore fornito; per tutte le tipologie di immobile, soprattutto se si tratta di un fabbricato di nuova costruzione o in fase di ristrutturazione, si tiene conto anche di esigenze connesse all'arredamento come la posizione in cui verranno, poi, applicate le prese di corrente, gli elettrodomestici e gli interruttori.
Per le differenti tipologie di immobili vengono approntati due circuiti diversi: uno per le prese e l'altro per le luci; i cavi di tre colori convenzionali differenti, possono essere posizionati all'interno delle pareti (impianto incassato) oppure esternamente. In ogni caso sarà necessario utilizzare anche delle scatole da incasso, per l'alloggiamento delle prese, e delle scatole di derivazione che consentiranno di collegare i cavi e di includere nell'impianto elettrico dell'immobile anche eventuali impianti videosorveglianza associati.

La normativa

SICE svolge l'attività di progettazione di impianti elettrici ed impianti di sicurezza, in base alle norme prescritte dal DM 37/2008 del Ministero dello Sviluppo Economico. Il decreto si applica a tutte le tipologie di impianti, indipendentemente dalla differente destinazione d'uso. Più specificamente nella categoria degli impianti elettrici si distinguono: impianti per produrre, trasformare, trasportare, distribuire e utilizzare energia elettrica; gli impianti associati a porte basculanti, cancelli e barriere elettriche; gli impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici; gli impianti di riscaldamento, i dispositivi di climatizzazione e di condizionamento; gli impianti idrici e sanitari; gli impianti per distribuire e utilizzare il gas; gli impianti elettrici che consentono di il funzionamento di ascensori, montacarichi, scale mobili, destinati sia alle persone che alle cose; gli impianti salvavita o sistemi safety, utili per la protezione dagli incendi.
Quale impresa installatrice di impianti SICE osserva scrupolosamente e applica tutte le norme CEI e UNI vigenti in questa specifica attività, è iscritta al registro delle imprese e ha individuato, tra le sue risorse, un responsabile tecnico, in possesso dei requisiti professionali e formativi di cui all'articolo 4 del DM 37/2008, che svolge tale funzione in esclusiva per la nostra azienda.

Progettazione degli impianti e dichiarazione di conformità

Per le attività di realizzazione, implementazione, trasformazione e ampliamento di impianti SICE appronta, di norma, un progetto redatto da un professionista iscritto a un albo professionale, secondo la specifica competenza tecnica richiesta. In alternativa, nei casi in cui la normativa non richiede esplicitamente un professionista iscritto all'albo, il progetto può essere redatto anche dal responsabile tecnico dell'impresa installatrice che include nell'elaborato tecnico almeno uno schema dell'impianto da realizzare, che funge da descrizione funzionale ed effettiva dell'opera da eseguire ed è integrato dalla documentazione tecnica eventualmente necessaria ad attestare le varianti al progetto originale, introdotte in corso d'opera.
Come previsto dal DM 37/08 e dal Decreto Direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico del 19/05/2010, che regolamenta l’attività di impiantistica, SICE, al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche richieste dalla normativa, comprese quelle di funzionalità dell’impianto, rilascia ai propri clienti la dichiarazione di conformità.
Tale dichiarazione viene solitamente effettuata utilizzando la versione aggiornata dei modelli forniti nel decreto del 19/05/2010 e, nei trenta giorni successivi al momento della conclusione dei lavori, deve essere depositata presso lo Sportello Unico per l’edilizia del Comune in cui l'impianto realizzato, trasformato o revisionato è ubicato. Questa pubblica amministrazione provvederà, poi a inoltrare una copia della dichiarazione di conformità alla Camera di Commercio alla quale afferisce SICE stessa (in qualità di impresa esecutrice dell'impianto), la quale provvede ai riscontri conseguenti con le risultanze del registro delle Imprese.
Questa fase di controllo si conclude con l'archiviazione elettronica della dichiarazione di conformità, in una banca dati ottica e informatica che può essere consultata da tutti i soggetti che abbiano un interesse giuridicamente rilevante; per questo motivo la banca dati delle dichiarazioni di conformità è soggetta a diritto di accesso e alla relativa normativa.