Sice costruzioni » Impianti videosorveglianza » Gli impianti di videosorveglianza per la viabilità

Le telecamere di sorveglianza per la viabilità

controllo accessiSICE associa una esperienza pregressa nel settore delle costruzioni e dell'edilizia a un'esperienza ormai decennale nel settore dei sistemi integrati di sorveglianza. Quando si parla di sistemi integrati non si intende la sola progettazione, installazione e attivazione di telecamere TVCC (circuito chiuso) e DVR (Digital Video Recorder, sistemi di registrazione video) ma anche di molti altri generi di dispositivi elettronici che consentono di espletare differenti mansioni nel settore della security, tra cui il controllo degli accessi.
Un primo ambito di applicazione di tali dispositivi è da individuare in aree e spazi aperti, riservati a particolari funzioni. Nel corso degli anni SICE ha maturato un consistente know how nella progettazione e nell'installazione di impianti per la gestione dei parcheggi e, più in generale per la gestione della viabilità.
SICE è in grado di realizzare cancelli automatici e barriere elettromagnetiche che possono essere attivati tramite appositi telecomandi, assegnati ai singoli condomini o ai singoli dipendenti di un'azienda, oppure tramite sistemi per l'accesso a mani libere che, similmente a un Telepass, utilizzano tecnologie a radiofrequenza a lungo raggio (UHF). All'atto pratico vengono applicati appositi tag alle autovetture da monitorare che riescono a segnalare la presenza dell'autovettura stessa anche a una certa distanza, senza la necessità di avvicinare il tag alle antenne di ricezione presenti in prossimità del varco di accesso.
Accanto ai sistemi per regolare l'accesso di veicoli in un'area riservata, SICE è in grado di progettare e realizzare anche impianti per la gestione semaforica del flusso di autoveicoli, impianti integrati in grado di conteggiare i veicoli e le persone in entrata e in uscita e sistemi video per la lettura di targhe. Questi ultimi possono essere utilmente impiegati non solo per il monitoraggio delle Zone a Traffico Limitato dei centri storici cittadini ma, ad esempio, anche per autorizzare le auto aziendali all'accesso in parcheggi e aree riservate delimitate da barriere motorizzate con apertura automatica.

Gli impianti per la sicurezza delle persone

Accanto alla gestione della viabilità e dei veicoli l'altro ambito di azione di SICE è il controllo degli accessi pedonali e il monitoraggio degli spostamenti di pedoni e persone fisiche.
I dispositivi elettronici per svolgere questo tipo di attività sono molteplici: il più comune di essi è il lettore di badge elettromagnetici, spesso installato all'entrata di un luogo di lavoro, pubblico o privato o nei punti d'accesso a mezzi pubblici quali la metropolitana.
Badge elettromagnetici o altri dispositivi con tecnologia RfID che, quindi, utilizza i campi elettromagnetici per rilevare automaticamente la presenza a distanza di persone, animali e cose, sia statici che in movimento, possono essere utilizzati anche per gestire l'accesso di visitatori e fornitori, in determinate aree di stabili industriali o di centri direzionali: gli addetti alla vigilanza privata, chiamati a gestire i badge, infatti, li assegnano dopo essersi accertati (mediante documento di identità) dell'identità del visitatore o del fornitore.
L'utilizzo di questo genere di dispositivi può inoltre avvenire non solo per regolare gli accessi ma anche per verificare il rispetto dei turni del personale: in luoghi frequentati da un elevato numero di collaboratori, come ad esempio i call center, il badge magnetico viene consegnato all'ingresso solo dopo che l'addetto alla vigilanza ha verificato che il lavoratore dovrà svolgere il suo turno di lavoro di lì a poco tempo.

Dispositivi antiterrorismo e impianti videosorveglianza

SICE progetta e realizza, infine, anche dissuasori mobili a scomparsa e dispositivi antiterrorismo, nel rispetto delle specifiche ASTM/PAS68. Si tratta, in altri termini, di paletti che consentono (se abbassati) o impediscono (se in funzione) l'accesso di automobili e di altri tipi di veicoli in talune aree aziendale alle quali, dopo l'attivazione del dissuasore possono accedere i soli pedoni.
L'impiego di questo tipo di dispositivi in aree ad elevata frequentazione, come ad esempio il perimetro esterno di una banca, costituisce un valido deterrente per furti e rapine, dal momento che i dissuasori verranno abbassati solo quando il furgone portavalori deve consegnare o prelevare i contanti mentre, durante tutto il resto della giornata rimarranno alzati consentendo l'accesso ai soli pedoni.