Sice costruzioni » Impianti videosorveglianza » Antifurto casa senza fili

Antifurto casa senza fili

Antifurto casa senza filiOggi la sicurezza e la tranquillità di sentirsi sicuri in casa è qualcosa  che tutti dovrebbero sperimentare e per questo il consiglio è acquistare un antifurto casa senza fili: ma sono veramente sicuri? E qual è il migliore?

Se ti hanno consigliato un antifurto casa senza fili devi innanzitutto sapere di cosa si tratta: l’antifurto wireless è infatti un sistema di sorveglianza che permette di dare l’allarme tramite un sistema non cablato e la trasmissione dell’informazione tra i vari elementi che lo compongono avviene tramite segnali radio che superano facilmente anche eventuali ostacoli fisici. Non sono infatti presenti fili che collegano le varie componenti dell’antifurto come centralina, sirena o sensori e le frequenze radio con cui viene trasmesso il dato sono diverse per evitare qualsiasi manomissione. Naturalmente anche nell’antifurto casa senza fili la centralina è il punto decisivo e rappresenta il vero e proprio cervello del sistema: elabora le informazioni permettendo di attivare le sirene e chiamare la polizia in caso di eventi e intrusioni indesiderate.

Abbiamo poi i sensori, che sono la fonte di informazione della centralina e rilevano ogni movimento trasmettendo il dato al sistema centrale, in grado di azionare i diversi dispositivi di allarme: sirene con segnali sonori o luminosi, ad esempio, che devono essere antimanomissione.

Ma un sistema di antifurto wireless è davvero sicuro?

Dobbiamo sapere che nessun antifurto sarà mai sicuro al 100% anche se quelli senza fili danno le stesse garanzie di un tradizionale sistema cablato: tutto dipende dall’azienda a cui ci si rivolge, dall’installatore, dalla qualità del prodotto e dalla banda di trasmissione. Se non lo sapere un antifurto a doppia frequenza è sicuramente più sicuro dato il doppio passaggio dei dati in presenza di interferenze: la doppia trasmissione a 868Mhz e 433.92 Mhz evita i disturbi del segnale, così come la codifica criptata evita che altri dispositivi ostacolino la comunicazione tra i diversi elementi che compongono il sistema di antifurto.

Le caratteristiche di un buon antifurto wireless

Oggi il consiglio è quello di acquistare un antifurto wireless a doppia frequenza capace di prevenire sia il fenomeno del jamming sia la saturazione della frequenza che comporta l’accecamento del sistema, ma anche è fondamentale lavorare sulla messa in sicurezza delle sirene che devono essere dotate di:

  • Sistema anti-perforazione per evitare manomissioni
  • Sistema anti strappo e anti-apertura con tamper, ovvero pulsante anteriore e posteriore che attiva altri allarmi se la sirena viene aperta o scollegata dal muro
  • Sistema anti schiuma, per evitare dannose immissioni di schiuma poliuretano

Il principale problema degli allarmi senza fili è però quello delle interferenze radio anche se in un prodotto di ottima qualità è possibile superare tali falle. Certamente la sicurezza assoluta oggi non esiste, dato che ogni sistema di antifurto può essere manomesso.

Oltre a questo, risparmiare sulla sicurezza è assolutamente sconsigliato dato che il buon funzionamento dipende anche e soprattutto dalla qualità del prodotto acquistato, sia esso wireless o cablato. Se però non si vogliono neanche affrontare spese inutili, ecco che la scelta di un buon antifurto wireless permetterà di evitare lavori di muratura per far passare i cavi. Certamente si tratta di un sistema più costoso di quello tradizionale, che resta la soluzione ideale per la maggior parte degli utenti.

Il kit di antifurto wireless

Comprare un kit antifurto wireless permette sicuramente di risparmiare acquistando nello stesso tempo tutti gli elementi utili per proteggere la casa: si ha una soluzione unica ed economica da montare in ambiente domestico che comprende centralina, rilevatori e allarmi. Naturalmente anche in questo caso il prezzo varia in base alla qualità e quantità degli elementi, ma anche delle dimensioni della casa da proteggere. Indicativamente un kit di fascia media costerà anche 1000 euro, mentre quelli di fascia alta possono arrivare ai 1500 euro per poi salire di prezzo se si cerca un antifurto senza fili a doppia frequenza o un combinatore telefonico GSM.

Confronto tra allarme cablato e senza fili

Se si considera la differenza tra allarme cablato, spesso usato negli impianti videosorveglianza e senza fili dovete sapere che entrambi offrono lo stesso allarme e reazioni, le stesse funzioni di programmazione, gli stessi servizi e la stessa emissione di segnali. Cambia solo l’installazione in quanto gli allarmi senza fili possono essere montati senza problemi in edifici già esistenti mentre quelli cablati, a causa della necessità di messa in posa dei cavi nelle pareti, si adattano meglio alle nuove costruzioni e alle ristrutturazioni. Ecco quindi che la scelta tra sistema tradizionale e sistema senza fili non è dettata tanto dalle caratteristiche tecniche quando dalle condizioni costruttive dell’ambiente in cui andrà installato.